Crea sito

Dj Manuel

( dal 1984 al 2008 )

Humilitas Occidit Superbiam "

 ESCAPE='HTML'

Tutti i contenuti di questa pagina web

( composizioni musicali )

sono proprietà esclusiva e riservata del titolare  e/o dei suoi aventi causa e/o di  terzi soggetti ove indicati, e sono protetti dalle vigenti norme nazionali ed   internazionali in materia di tutela dei diritti di Proprietà Intellettuale .

-----------------------------------------

Non sono un compositore e, probabilmente, non lo sarò mai . Cerco la mia dimensione estatica in una forma espressiva che vorrebbe assomigliare ad una musica che ricalca espressamente stati d’animo variabili a secondo degli eventi lungo questo viaggio armonico che è la vita. Definisco le mie pseudo composizioni mediocri perché non commisurate ad una conoscenza approfondita della materia. Ho lavorato per pura passione nel corso di molti anni in discoteche e radio dispensando musica alternativa  alla ricerca, spesso e volentieri, di assonanze particolari più vicine al gusto del popolo danzante che del mio personale ma senza preclusioni e preconcetti verso generi diversi da quelli da me trattati. Vivo nella completa solitudine esistenziale per mia volontà; un po’ come i gatti che nell’ora della morte lasciano il posto dove ordinariamente hanno vissuto per spirare altrove indisturbati ed esalare così l’ultimo respiro prima di oltrepassare la soglia della vita verso la non esistenza. Tra mancanze amorose ed emozioni contrastanti ho utilizzato strumenti artefatti,  ring modulator  e, in parte, sintetizzatori e campionatori virtuali spaziando nella sperimentazione dilettantistica ma legata ad un amore incondizionato per quelle sette note che, se sparse con una certa logica, raccolgono parte della mia essenza e del mio bagaglio d’esperienza. Faccio parte di quella generazione che ha cominciato la propria carriera da ragazzo imponendosi in gran parte in una grande città come Milano e sottostando ad una scena musicale ben diversa dall’ordinaria musica commerciale che impera tuttora nella quotidianità. Ho sempre viaggiato in quest’ambito con un profilo piuttosto basso senza enfatizzare la mia persona e senza cercare di prevalere su altri collaboratori che per brevi istanti si sono alternati con me in molti locali; ho cercato soprattutto non la competizione ma bensì l’ immissione di idee e visioni diverse  per concretizzare e valorizzare il mio e il loro operato. Sicuramente non ho lasciato molte tracce sul mio cammino perché  il mare del tempo ha lentamente cancellato le mie impronte sulla sabbia lasciando spazio a nuove generazioni cariche di quell’entusiasmo che albergava e tuttora persiste in me; spesso ripenso al passato ed a quelle piste ricolme di persone che per un attimo, grazie alla danza ed in parte all’ascolto, hanno sigillato momenti legati ad emozioni che difficilmente potranno rivelarsi in altri spazi temporali .

La musica ,come parte dell’arte, è vita ed è lì che a volte ci si può rifugiare per non implodere o per rievocare sentimenti labili che, come un afflato, giungono prudentemente alle nostre orecchie facendo oscillare in vortici di note la nostra anima che vibra in sincrono.

Come disse il sommo poeta, cambiando in parte la frase :

lasciate ogni speranza o voi… che ascoltate

-----------------Viaggi

-----------------La falena

-----------------Control

-----------------il Cavaliere

-----------------Tanatosi

-----------------Moon

-----------------Demenza

-----------------Cordis

-----------------Metastasi

------------------------------------------------